A Civilt

Jorge Mario Bergoglio – Francesco
GUARIRE DALLA CORRUZIONEUMILTÀ, LA STRADA VERSO DIO

Saluto: Lorenzo Fazzini, direttore Editrice Missionaria Italiana
Introduce e modera: padre Antonio Spadaro S.I., direttore de La Civiltà Cattolica
Intervengono: don Luigi Ciotti, presidente di Libera e prof. Lucetta Scaraffia, Università La Sapienza, editorialista de L’Osservatore Romano

Martedì 26 marzo – ore 11
Sala Curci, La Civiltà Cattolica | Via di Porta Pinciana, 1 – 00187 Roma

“Peccatori sì, corrotti no!” di Jorge Mario Bergoglio

Ci farà molto bene, alla luce della parola di Dio, imparare a discernere le diverse situazioni di corruzione che ci circondano e ci minacciano con le loro seduzioni. Ci farà bene tornare a ripeterci l’un l’altro: «Peccatore sì, corrotto no!», e a dirlo con timore, perché non succeda che accettiamo lo stato di corruzione come fosse solo un peccato in più. (…) Il corrotto (…) passa la vita in mezzo alle scorciatoie dell’opportunismo, al prezzo della sua stessa dignità e di quella degli altri. Il corrotto ha la faccia da non sono stato io, “faccia da santarellino”, come diceva mia nonna. Si meriterebbe un dottorato honoris causa in cosmetica sociale. E il peggio è che finisce per crederci. E quanto è difficile che lì dentro possa entrare la profezia! Per questo, anche se diciamo “peccatore, sì”, gridiamo con forza “ma corrotto, no!”.